Sassoli mit Tsikhanouskaya: Das gesamte Europäische Parlament steht an der Seite des belarussischen Volkes 
 

Discorso di apertura del Presidente Sassoli prima dell’intervento di Sviatlana Tsikhanouskaya al Parlamento europeo

“Sono onorato di avere con noi oggi la sig.ra Sviatlana Tsikhanouskaya, leader dell'opposizione democratica in Bielorussia che, come ricorderete, insieme ad altri leader dell’opposizione democratica, è stata insignita del premio Sakharov 2020 e oggi ha accettato il mio invito a rivolgersi al Parlamento europeo.”

“Sviatlana è un simbolo della lotta per la democrazia e la libertà ed una voce per molti prigionieri politici attualmente in carcere in Bielorussia. A più di un anno dalle elezioni di cui l’Unione europea non ha riconosciuto il risultato, la Bielorussia continua a violare i diritti dei suoi cittadini, a silenziare la società civile, ad usare la repressione come arma quotidiana. Il regime non ha esitato ad utilizzare uomini, donne e bambini bisognosi di protezione mettendo le loro vite in pericolo senza alcun rispetto per i diritti umani fondamentali al solo fine di destabilizzare l'Unione Europea.”

“Lo ribadiamo anche oggi: i valori dell’Unione non sono in vendita. Questo Parlamento chiede anche alle altre istituzioni di essere all’altezza della difesa dei diritti fondamentali.”

“Attualmente ci sono 900 prigionieri politici in Bielorussia, inclusi i vincitori del Premio Sakharov 2020 ovvero Maryia Kaslesnikava, Mikalai Statkevich, Siarhei Tsikhanousky e Alies Bialiatski. Siamo con loro e continueremo a chiedere la loro libertà.”